Hong Kong: l’innovazione si fa strada

By 14 giugno 2017Impresa

Opportunità e sfide per le startup ed il Fintech italiano sullo sfondo del mercato cinese ed asiatico

Invest Hong Kong e l’Associazione Italia Startup organizzano un seminario finalizzato a fornire informazioni ed approfondimenti sul mondo delle Startup e del Fintech a Hong Kong e sulle opportunità crescenti per le aziende innovative italiane.

Il seminario si terrà il prossimo 5 luglio presso Copernico Milano Centrale e si propone di illustrare, tramite testimonianze di professionisti e imprese, gli aspetti essenziali per eleggere Hong Kong come base operativa per il Far East utilizzando al meglio gli strumenti a disposizione in termini di infrastrutture, finanziamenti e servizi..

Ad agosto del 2016, secondo i dati raccolti da InvestHK, erano attive a Hong Kong 1926 start-up (+24% rispetto al 2015, 35% delle quali avviate da imprenditori stranieri) per un totale di oltre 5229 persone impiegate a vario titolo nelle nuove realtà aziendali. Alcuni settori tecnologici, grazie alla presenza sul territorio cittadino di 11 università di eccellenza, svariati centri di ricerca e due importanti incubatori sostenuti da fondi pubblici, hanno trovato qui un terreno fertile. Robotica, e health, nuove tecnologie per il comparto finanziario, bio e nano tecnologie, stanno affrontando una fase evolutiva molto rapida, anche grazie al fatto che nuovi prodotti possono essere testati su un mercato sterminato e a crescente capacità di spesa come quello cinese. Il Governo di Hong Kong ha stanziato circa 240 milioni di euro per l’attrazione di venture capitalists stranieri e d oltre un milione di euro per incentivare i progetti di R&D. Senza dimenticare il contributo dei privati che hanno riversato oltre 5 miliardi di HK$ nei portafogli delle Start up.

Accanto al fiorire delle Startup, la crescita del segmento Fintech è stata a dir poco impetuosa. Solo lo scorso anno 138 entità internazionali hanno avviato start up dedicate a finalità riconducibili al Fintech. Esistono inoltre tre acceleratori dedicati ed il Cyberport, uno dei più prestigiosi parchi tecnologici asiatici, ha in programma di ampliare a 3000 mq gli spazi di co-working dedicati esplicitamente alle nuove aziende Fintech. In più il management del Cyberport prevede di finanziare un programma di sostegno che coinvolgerà fino a 150 aziende Fintech nei prossimi 5 anni. Queste sono solo alcune delle iniziative che stanno prendendo piede a Hong Kong. Grazie anche al contributo del Governo sia in termini di finanziamenti (sono stati stanziati l’equivalente di 600 milioni di euro per sostenere l’innovazione e la ricerca), infrastrutture e servizi si sta creando un ecosistema dove domanda e offerta dialogano permanentemente grazie anche ad una fitta rete di eventi (oltre 200 appuntamenti dedicati al solo segmento del Fintech si sono svolti a Hong Kong nel 2016) e opportunità di networking garantiti dalla business community locale in particolare dal settore finanziario-assicurativo il principale beneficiario delle innovazioni della nicchia in questione.

Oltre ad una valenza propria Hong Kong svolge il ruolo di trait d’union fra la cultura internazionale e la mentalità cinese. La presenza a Hong Kong è considerata una condizione essenziale per l’affidabilità del prodotto nel mercato della Cina continentale, dove le barriere d’ingresso sono alte e rischiose. Inoltre le differenze linguistiche, l’opacità del gigante burocratico, la complessità della struttura giuridico-legale, unite al fatto di non possedere ancora una moneta convertibile sono fattori che contribuiscono a frenare lo slancio dei piccoli e medi imprenditori italiani.

Questa città non rappresenta soltanto il ponte ideale verso la Cina e gli altri mercati asiatici ad elevato potenziale di crescita, ma offre altresì un mercato finanziario diversificato e maturo in grado di garantire un più agevole accesso al credito per coloro che dimostrano di possedere un’idea brillante.

Programma

08.30: Colazione e registrazione dei partecipanti

09.00: Saluti e apertura lavori a cura di InvestHK ed Italia Startup

09.10: InvestHK: Interventi in video conferenza:

Jayne Chan (Head, StartmeupHK, InvestHK) Hong Kong for Startups

Case studies on Fintech & Start up

10.00: Federico Barilli (Segretario Generale Italia Startup)

L’Associazione Italia Startup e le attività di sviluppo internazionale a supporto dell’ecosistema startup italiano

10.15: Thorsten Terweiden (Deputy Head Fintech, InvestHK)

Hong Kong: Asia’s premiere Fintech Hub

10.30: Testimonianza imprenditoriale: ITALEAF

10.45: Q&A

Clicca qui per registrarti