Italbugs prima startup italiana a far parte di IPIFF

By 7 marzo 2016Impresa

Italbugs è stata inserita ufficialmente tra le realtà europee che operano in ambito “insetti edibili”, diventando un membro associato di IPIFF, la piattaforma internazionale di insetti per l’alimentazione umana e animale. L’associazione è un’organizzazione non-profit che rappresenta gli interessi delle aziende del settore: scopo primario è quello di promuovere gli insetti come fonti di proteine ad alto valore per il consumo umano e animale.

Italbugs è l’unica startup italiana di ricerca scientifica sugli insetti edibili ad uso alimentare umano ad essere entrata in questa associazione:  la sede aziendale si trova presso l’acceleratore Alimenta del PTP-Science Park di Lodi ma le sue attività si rivolgono principalmente al mercato estero, dove gli insetti vengono comunemente utilizzati come alimento. Purtroppo la severità delle leggi che regolamentano il settore, unita a un ritardo culturale, non ha permesso a Italbugs di poter creare un network altrettanto importante in Italia.

L’idea di iniziare un progetto sugli insetti è nata quando il fondatore della startup Marco Ceriani si trovava in Thailandia per lavoro: dopo aver visto come, in altre parti del mondo, gli insetti venissero disinvoltamente inseriti nella cucina locale, ha pensato di importare questa tradizione anche in Italia, supportato da entomologi e altri esperti del settore. La rigida legislazione italiana però, che vieta ogni allevamento, lavorazione, produzione e vendita di insetti ad uso alimentare ha permesso all’azienda di sviluppare in Italia solamente metodi di lavorazione e certificazione alimentare, supportata dal PTP-Science Park sia dal punto di vista tecnico-scientifico che burocratico, rivolgendosi al mercato estero. Obiettivo del 2016 è quello di iniziare a commercializzare prodotti alimentari e integratori per sportivi in Paesi asiatici per spostarsi poi anche in Paesi europei che hanno già introdotto la “cultura degli insetti”, quali Francia, Belgio e Olanda.

Oggi Italbugs è composta da ricercatori e gourmet, esperti di web, nutrizione e nuove tendenze, che cercano di capire come la “Bugs Kulture” possa essere importata in una nazione come l’Italia, con una già di per sé varia ed eccelsa cultura gastronomica e una refrattarietà all’innovazione.